Info corso

crediti ECM
8
Periodo
on-line fino al 06/12/2021
Codice ECM
2647-308510
Destinatari

Medico Chirurgo: Cardiologia; Endocrinologia; Ginecologia e Ostetricia; Malattie Metaboliche e Diabetologia; Medicina Interna; Nefrologia

Programma del corso

      • 1 L’importanza della intelligenza emotiva in una relazione di cura
      • 2 La comunicazione empatica in una relazione che cura
      • 3 Il benessere dell’operatore sanitario: la gestione dello stress
      • 4 Il counselling in diabetologia
      • 5 Il colloquio motivazionale tra medico e paziente
      • 6 La gestione dei conflitti

Presentazione del corso

L’inerzia terapeutica dei diabetologi e la mancata aderenza del paziente alle prescrizioni sono le due condizioni che incidono maggiormente sul mancato raggiungimento di un buon compenso glicemico. L’inerzia terapeutica è uno degli errori più diffusi tra i diabetologi e consiste nel mancato o tardivo riadattamento della cura quando essa non risulti efficace, la non aderenza del paziente alla prescrizione, farmacologica e ad un corretto stile di vita, viene riscontrata mediamente nella metà delle persone con diabete.

Malessere e burnout, inoltre, sono condizioni sempre più frequenti negli operatori sanitari alle prese con pazienti cronici che vanno seguiti e motivati costantemente, per molti anni. I giovani diabetologi, dato il particolare momento storico che vive oggi l’assistenza sanitaria nel nostro paese, sono particolarmente a rischio, e devono in prima istanza recuperare una condizione di ben-essere che possa favorire, in modo significativo, anche l’alleanza terapeutica con il loro assistito e conseguentemente con i diversi momenti di elaborazione emotiva dalla diagnosi e lungo tutto il percorso di accettazione della patologia. Pur essendo evidente l’importanza di migliorare la capacità comunicativa del medico nell’ottica di una attenta valutazione della dimensione psicosociale del paziente cronico, manca nella formazione professionale attuale lo studio e l’approfondimento in campo pedagogico e psicosociale che, se ignorato, rappresenta una delle maggiori cause della mancata adherence.

Questo corso di formazione è stato progettato proprio per far fronte alla necessità di fornire ai diabetologi le competenze e le capacità relazionali e comunicative con cui coinvolgere più attivamente il paziente, anche utilizzando le nuove tecnologie i e social media, con l’obiettivo di supportare i medici nel ricostruire una situazione di benessere, consapevolezza del proprio ruolo ed entusiasmo professionale, formando quindi operatori sanitari alla “Learning Agility”, abilità e propensione della persona ad imparare dall’esperienza, favorendo l’agilità comportamentale e di adattamento per superare tutte quelle strategie applicate al passato, che non possono più funzionare negli attuali contesti professionali. Tutto questo per permettere di risvegliare il riconoscimento non solo delle risorse esterne disponibili, ma anche di tutte le risorse interne del diabetologo per stimolare una rinnovata motivazione, e superare gli ostacoli legati ai rapidi cambiamenti organizzativi dovuti a crisi economiche, sociali, politiche. Il percorso formativo potrà essere utilizzato per il raggiungimento dei requisiti necessari per l’accesso all’esame di Certificazione per il profilo di medico diabetologo esperto educatore in diabetologia.



Responsabile scientifico

D. Mannino

Presidente Fondazione AMD


Faculty

M. Agrusta

Coordinatore Nazionale Gruppo di Psicologia e Diabete AMD

P. Di Berardino

Responsabile Centro di Riabilitazione Nutrizionale "Villa Pini d'Abruzzo", Chieti

A. Ercoli

Consulente Comeaformed

G. Sartore

Professore aggregato Dipartimento Medicina DIMED, Università di Padova

N. Visalli

Dirigente Medico U.O.C. Diabetologia, ASL Roma 1

Con la sponsorizzazione non condizionante di

Provider ECM n. 2647
Via Caldara, snc - 89048 Siderno (RC)
tel 0964 342229
email supporto: info@dafne.it
www.dafne.it

Fad.DAFNE è la piattaforma ECM del provider DAFNE Srl su cui sono pubblicati i corsi ECM accreditati per operatori sanitari.

Engineered by